Ufficio Stampa


UFFICIO STAMPA


— La rete di relazioni creata in 20 anni di attività con clienti, fornitori, collaboratori e stakeholders e l'azione di comunicazione realizzata nei vai media, ci hanno permesso di sviluppare la business line Ufficio Stampa.

Attraverso l'ufficio stampa supportiamo i nostri clienti per il raggiungimento degli obiettivi di comunicazione e del loro successo nel business.
La focalizzazione maturata negli anni nel web, terreno di nascita della nostra agenzia, ci aiuta a muoverci a nostro agio in mercati e scenari di comunicazione stratificati e mutabili.
Da sempre il nostro mondo è quello delle fondazioni, politica, sindacato, cultura, associazionismo, piccola e media impresa che rappresentano senza dubbio il core business dell'agenzia e il nostro ambiente naturale.

Queste le attività di cui ci occupiamo


• Analisi del mercato di rifermento
• Strategia generale di Comunicazione
• Comunicazione con i media tradizionali, gestione dei rapporti con i giornalisti
• Comunicazione sul web (contenuti, social network, campagne adv, seo newsradaring)
• Ideazione di progetti istituzionali
• Costruzioni di partnership con associazioni, organizzazioni, aziende
• Organizzazione eventi
• Supporto per fiere
• Redazione testi
• Comunicati stampa
• Preparazione cartelle stampa
• Rassegna stampa
• Organizzazione conferenza stampa
• Organizzazioni di eventi
• Realizzazione di videonotizie
• Conferenze stampa in streaming live
• Newsradaring on line

Il metodo


Queste sono le quattro fasi di organizzazione del nostro lavoro e della relazione con il cliente:
1. studio del cliente
2. analisi del mercato
3. gestione
4. feedback
5. report


1. Il punto di partenza è sempre lo studio del cliente, la struttura, il raggio d'azione e infine aspettative, obiettivi, punti di forza e di debolezza.

2. Il secondo passo è l'attenta analisi del mercato di riferimento, gli scenari presenti e futuri, le opportunità e le minacce che i competitors possono rappresentare.

3. Con gestione intendiamo la vera operatività, la relazione, la creazione e della notizia, dell'evento, della rassegna, dell'intervista, dell'inserimento dei contenuti su internet, della realizzazione del video.

4. Una volta gestiti i contenuti si deve monitorare il feedback ricevuto. In questo le nuove tecnologie hanno aumentato, ma semplificato le possibilità. Oltre al monitoraggio dei media tradizionali infatti il web 2.0 ci permette di ricevere il feedback che gli interlocutori ci danno e che rappresenta una risorsa importantissima sul lavoro che si fa perché è il termometro in tempo reale di come si opera.

5. Ultimo punto è la reportistica presentata al committente periodicamente. Questa permetterà di monitorare in modo dettagliato i risultati raggiunti in termini di presenza sui media, sui motori di ricerca del web, aggiustando, dove necessario, le strategie.