Kado Wallet, il caricabatterie che sta nel portafogli
3 giugno 2017
Generazione liquida
5 luglio 2017

Microsoft Forum 2017, l’innovazione in Italia è questione di impresa

” L’Italia industriale è ottimista sul ruolo di digitalizzazione e automazione nella crescita, ma alcuni aspetti della nostra mentalità vanno modificati”.

 

— C’è stata l’industria 4.0, al centro dell’ultima edizione delMicrosoft Forum 2017, o meglio l’equilibrio — tutto da trovare — tra le opportunità offerte dagli avanzamenti tecnologici nei quali siamo immersi e il grado di prontezza delle nostre imprese nel farli propri. Più di 1800, i professionisti che hanno partecipato questa edizione della manifestazione (5mila l’hanno seguita in streaming), oltre 60 le sessioni di formazione gratuita cui ciascuno ha potuto partecipare, incentrati su cinque dei temi che domineranno il mondo dell’IT e dell’industria da oggi al prossimo futuro: cloud computing, internet delle cose, machine learning, big data e intelligenza artificiale.

D’altro canto che la tecnologia di ultima generazione ci salverà lo pensa ormai quasi la totalità delle PMI italiane, che costituiscono la quasi totalità del nostro tessuto economico. Queste ultime, secondo una ricerca Microsoft-Ipsos Mori, stanno iniziando sempre di più a riconoscere la digitalizzazione non più come semplice migrazione delle operazioni dalla carta al computer, ma come sinonimo di automazione delle operazioni quotidiane: dal rinnovamento dei processi di gestione dei clienti all’analisi dei dati di business, passando per l’adozione di app o servizi web per la contabilità e il monitoraggio degli inventari.

(Foto: Microsoft)
(Foto: Microsoft)

Ottimismo e conoscenza della teoria non sono ovviamente abbastanza, e ancora troppi soggetti dichiarano di basare la propria attività su pratiche di gestione incompatibili con il futuro: il 30% degli intervistati dichiara di non sapere cosa sia un business plan o di non averne alcuno e solo il 28% pianifica le proprie operazioni con un anticipo di almeno 6 mesi.

 

Gli esempi positivi però sono svariati: l’azienda dei trasporti pubblici milanesi ad esempio fa leva sui servizi cloud Microsoft non solo per la propria app mobile, ma anche per ripensare la mobilità in termini più sostenibili, imparare le abitudini di pagamento degli utenti per ottimizzare il dispiegamento dei mezzi e rendere più efficiente la gestione delle risorse a disposizione; il tutto grazie agli strumenti di analisi incorporati nella piattaforma messa a disposizione dal gigante di Redmond. Insieme a lei sul palco del Forum erano presenti Dolce & Gabbana, Luxottica Group e Salvagnini, mentre tra gli stand dell’area espositiva si sono esibite startup e aziende di dimensioni più contenute, a dimostarzione del fatto che in questo tipo di competizione conta la velocità più che la stazza.

La digitalizzazione del resto ha già trasformato le componenti più reattive dell’economia globale. A ricordarlo sul palco del Microsoft Forum ci ha pensato Alec Ross, già consulente per l’innovazione presso il Dipartimento di Stato americano durante l’amministrazione Obama: “La digitalizzazione ha creato migliaia di miliardi di euro di valore e centinaia di migliaia di lavori ben remunerati, e questa tendenza alla digitalizzazione è destinata a proseguire”, anche in Italia, a patto che la penisola sappia “cavalcare il cambiamento senza lasciarsi intimorire dagli sviluppi tecnologi, anzi volgendoli a proprio vantaggio”.

(Foto: Microsoft)
(Foto: Microsoft)

Sullo sfondo dell’offerta dei suoi servizi, la direttrice principale per Microsoft è una: mettere l’intelligenza artificiale — in qualunque declinazione dovesse prendere forma in futuro — al servizio di tutti. “Il nostro obiettivo è democratizzare l’intelligenza artificiale”, racconta l’amministratore delegato di Microsoft Italia Carlo Purassanta: “Le persone hanno creatività e capacità relazionale, le macchine incorporano sempre più capacità di ascolto, visione e interazione — crediamo che insieme possano interagire in uno scenario di crescita in cui si delineeranno nuove opportunità”.

 Articolo originale:
https://www.wired.it/economia/business/2017/03/09/microsoft-forum-2017/
Cleverage su scoop.it
Cleverage su scoop.it
Scoop.it è una fenomenale piattaforma per il content marketing, che dà la possibilità di raccogliere e condividere online materiali rilevanti per le persone interessate all’ambito di attività della nostra azienda.